Progettare + Arredare + Costruire = casain3mosse  
 

casain3mosse - edilizia, imprese, di costruzione, materiali da costruzione, scale

Per chi vuol costruire casa senza compiere un’ impresa

Il titanio
di Matteo Bufalini   

Il Titanio venne scoperto per la prima volta in Inghilterra nel 1791, quando venne riconosciuto da un reverendo inglese la presenza di un nuovo elemento nell'Ilmenite.

Più tardi in Germania, nel 1889, venne trovato anche in un altro minerale, questa volta nel Rutilio. Nel 1895 prese il nome di Titanio in onore dei Titani della mitologia greca.

Di Titanio metallico puro ne possiamo parlare dal 1910 in poi, avendone ottenuta una percentuale del 99,9 % su un totale del 100%. Per quanto riguarda l'uso commerciale si deve arrivare fino al 1946, quando si capì che attraverso dei passaggi chimici ne era possibile la commercializzazione.

casain3mosse - titanio

Il Titanio è il settimo elemento per abbondanza nel nostro pianeta, ma la sua estrazione è insolitamente difficoltosa. Lo possiamo trovare soprattutto in molte rocce ignee e nei loro sedimenti. Numerose cave di Titanio sono presenti in Austria, Nord America, Malesia e Scandinavia.

Rappresenta il terzo elemento delle leghe leggere ed è certamente il più costoso. Malgrado ciò sta prendendo piede in molti campi, grazie alle sue importanti qualità fisiche e chimiche.

Fra le maggiori caratteristiche del Titanio troviamo: un ottimo rapporto resistenza/peso (molto resistente, con resistenza pari a quella dell'Acciaio e molto leggero, con un peso del 40% minore di quello dell'Acciaio e del 60% in più rispetto a quello dell'Alluminio, avendo però, una resistenza pari al doppio); resistenza all'acido Cloridrico, alle soluzioni di Cloruri ed altri acidi, utilizzazione fino ad una temperatura di 500 °C per quanto riguarda le leghe (presentando punto di fusione a 1660 °C) e resistenza alla corrosione in diversi tipi di ambienti, essendo protetto da un film di ossido che si forma spontaneamente.

Le leghe di Titanio sono molto costose perchè richiedono una lavorazione sotto vuoto per evitare l’indebolimento a seguito dell'arricchimento di ossigeno.

Solitamente la lega viene fatta con l' Alluminio e il Vanadio, creando un materiale che può esser stampato e successivamente lavorato. I loro fogli, infatti, non sono facilmente lavorabili a causa della difficoltà che si incontra nel piegarli. Il raggio di curvatura inoltre, deve essere almeno 1,5 volte lo spessore.

Questi fogli possono essere, seppur con qualche difficoltà, "brasati" e facilmente saldati per "diffusione".

Grazie alla tendenza del mercato spinta verso la realizzazione di oggetti sempre più sottili, leggeri e minimali, il titanio sta prendendo notevolmente piede, malgrado il suo costo elevato.

Il Titanio è utilizzato nella realizzazione di moltissimi oggetti, come le palette delle turbine degli aerei, i serbatoi di carburante dei missili, le applicazioni aereospaziali, in ingegneria chimica per scambiatori di calore, in bioingegneria per applicazioni medicali, per le protesi, per i compressori, per pezzi di valvole, per le scocche di telefonini e pc portatili, per gli impianti di dissalazione delle acque marine, per le creme protettive contro le radiazioni solari, per piercing, mazze da golf e biciclette.

Il 95 % però viene utilizzato sotto forma di Diossido di Titanio per vernici, carte, plastiche e cementi, conferendo loro un aspetto più lucido e brillante. A differenza del Titanio puro e delle sue leghe è molto più economico.

 

ALTRI ARTICOLI CHE TI POTREBBERO INTERESSARE

Progettazione + Arredamento + Realizzazione = casain3mosse